venerdì 29 novembre 2013

" Creo que no te quiero, que solamente quiero la imposibilidad tan obvia de quererte. Como el guante izquierdo enamorado de la mano derecha"
Julio Cortàzar , Save Twilight: Selected Poems

sabato 23 novembre 2013

venerdì 22 novembre 2013

Brezny batte Fox 1 a 0

"GEMELLI - CANCRO: da adesso fino a domenica grande rilancio. Ariete, leone, acquario, scorpione sono segni che possono insegnare parecchio, ma anche impegnare. A te non piacciono le persone uguali al giorno prima, ed ecco perché poi ti trovi in amore personaggi un po' particolari e non te ne devi lamentare. [...] sabato e domenica giornate migliori anche per i sentimenti. Nonostante venere opposta l'amore può rinascere, magari anche part-time per i single"

Ecco...volevo dire a Fox..va bene la storia delle persone diverse mai uguali a sè stesse, ormai ci rido anche su, visto che io da sola ho un sacco di personalità in conflitto che abbisognano di attenzioni diverse. Ma basta con questa storia del cazzo di amore "part-time", anche perché più part-time di come lo sto vivendo ora non si può anche volendo. 
Probabilmente ci ha azzeccato di più Brezsny che, nel suo solito tono aulicamente citazionista, mi dice che esiste un'unica persona che riflette il mio amore più intensamente delle altre e questa "persona"è il mio animale speciale.
Lo dico da una vita che l'unica che mi ama davvero è la mia gatta.

giovedì 21 novembre 2013

"- Sei innamorato, - ripeté Saval.
- No. Questa ragazza mi turba, mi seduce, m'inquieta, mi attira e mi spaventa. Diffido di lei come d'una trappola, e ho voglia di lei, come del gelato quando si ha sete"
Guy de Maupassant, Yvette


L'ho provato.
Uguale e al contrario.
Posso assicurare che piano piano se ne esce.
(A parte la storia del gelato. Più che altro perché mi piace a prescindere).

Il Paradiso degli Orchi...

... se volete trovarlo almeno piacevole, evitate qualsiasi paragone con il libro: se entrate in sala con quell'intenzione, passerete la metà del tempo a dirvi "è uno scherzo?!".
Il regista si è preso delle libertà sulla sceneggiatura e su alcuni personaggi che ho considerato moooolto discutibili e in alcuni casi inaudite, a cominciare dall'esclusione di Clara per finire alla regina Zsabo (la interpreta Isabelle Huppert e ho detto tutto).
Ma nel complesso il film non manca di una certa energia, è stravagante e in qualche modo molto divertente. Manca dell'atmosfera un po' feroce e triste del libro e gli intrecci e le ambientazioni ne risultano troppo edulcorati. Si poteva fare decisamente molto meglio. 
Ma secondo me merita di esser visto. Io, almeno, ho riso un sacco.
Dimenticavo, LUI 

è l'Ispettore Carrega(!!!!!!).
Ovviamente non vi sto a dire quello che ho pensato quando l'ho visto apparire sullo schermo in primissimo piano....

lunedì 18 novembre 2013

" C'è chi meglio degli altri realizza la sua vita.
E' tutto in ordine dentro e attorno a lui.
Per ogni cosa ha metodi e risposte.
E' lesto a indovinare il chi il come il dove
e a quale scopo.
Appone il timbro a verità assolute, 
getta i fatti superflui nel tritadocumenti,
e le persone ignote
dentro appositi schedari.
Pensa quel tanto che serve, 
non un attimo in più,
perché dietro quell'attimo sta in agguato il dubbio.
E quando è licenziato dalla vita, 
lascia la postazione dalla porta prescritta.
A volte un po' lo invidio
- per fortuna mi passa"

W. SZYMBORSKA - da BASTA COSI', Adephi, 2012

sabato 16 novembre 2013


"Il cinema era meraviglioso perché ti trasportava fuori da te stesso e insieme ti dava l'impressione di una maggiore completezza. Magari le cose del mondo servivano a ricordarti in continuazione che la tua vita era ingarbugliata e pericolosamente incompleta, che il terrore non era mai troppo lontano dal prendere possesso del tuo cuore, ma queste percezioni svanivano quasi sempre, anche se per poco, nella fresca oscurità piena di odori gradevoli di una qualsiasi sala cinematografica, ovunque si trovasse". - Richard Yate

Tra una settimana comincia il TFF...come ogni anno non so se avrò il tempo e la possibilità di seguirlo come si deve, ma solo avere il programma tra le mani è una gran bella sensazione. 

martedì 12 novembre 2013

" Nel romanzo americano due persone si amano fin dall'inizio, ma il loro amore trionfa solo all'ultima pagina. Nel romanzo francese due persone fanno l'amore fin dal principio, ma da allora in poi non si guardano più. Nel romanzo russo due persone non si amano e non hanno una relazione, ma per le successive ottocento pagine non fanno che pensarci."  
Erich Maria Remarque

E l'ho sempre detto che a me i romanzi russi sono sempre stati sul culo. Un motivo c'era.

lunedì 11 novembre 2013


Amore per Amore - Ennio Morricone, 1978
"Find me now. Before someone else does." - Haruki Murakami

domenica 10 novembre 2013



" Something always brings me back to you / It never takes too long / No matter what I say or do / I still fell you here 'til the moment I'm gone / You hold me without touch / You keep me without chains / I never wanted anything so much / than to drown in your love and not feel your reign / Set me free, leave me be / I don't wanna fall another moment into your gravity / here I am and I stand so tall / I'm just the way I'm suppose to be / but you're on to me and all over me. / You loved me because I'm fragile / when i yhought that I was strong / but you touch me for a little while / and all my fragile strength is gone / [...] I live here on my knees / as I try to make you see / that you0re everything I think I need / here on the ground / But you're neither friend nor foe / though I can't seem to let you go / the one thing that I still know / is that you're keeping me down. / You're on to me, on to me and all over / Something always brings me back to you / It never takes too long."

Gravity, Sara Bareilles, 2009 


A bout de souffle, 1960, J.L. Godard

"Because I'm trying to find out what it is that I like about you...

"It's sad to fall asleep. It separates people. Even when you're sleeping together, you're all alone "
Ho da poco rivisto Fino all'ultimo respiro. E mai come in questo momento, mi sento un po' (tanto) (troppo) Patricia Franchini. 
E avevo dimenticato quanto fosse bella Jean Seberg. 

sabato 9 novembre 2013

" CI SONO COSE ALLE QUALI NON CI SI ABITUA, AD ESEMPIO NON ESSERE MAI LA PERSONA GIUSTA."  - Eleonora Tisi

 Annuisco, taccio e medito. E' meglio.

mercoledì 6 novembre 2013

Momenti metaforici iperbolici

"Assecondare un amore che non va sarebbe come accontentarsi di un vino, per quanto nobile, servito a 40 gradi in un bicchiere di plastica. Diventerei immediatamente astemia. " - rivoluzionaria.tumblr

Non è male. La verità è che a volte beviamo anche vini discreti serviti in bei bicchieri.

Io:
Dì pure che a volte beviamo vini di merda in calici di cristallo!

CollegaAmica:
Tempo al tempo...arriverà il giusto Barbaresco o un buon amarone o un barolo migliore.

Io:
Voglio il miglior Marsala, posso? Giusto perché è uno dei pochi rossi che mi piace...

CollegaAmica: 
va bene! ma hai troppi ricordi legati al Marsala...cerca un altro vino che ti piace!

Io:
EH CE LO SO...

Io e CollegaAmica, che abbiamo una passione per il vino, oggi ci siamo lasciate andare ad una conversazione metaforica carica di significati.
E carica di fede che, prima o poi, il nostro Karma ci farà arrivare il vino più buono nel giusto bicchiere.
Speriamo.
Non riesco a pensare a nessuna di noi due che diventa astemia o beve solo birra.

martedì 5 novembre 2013

Awkward moment...


"Continuo ad essere dalla parte sbagliata del bonifico" [cit.]

" Voglio respirare lentamente il tuo profumo e non so se risvegliarti / Ho dormito poco per sognarti all'improvviso e non ho sognato niente / Esco per lasciarti libera di sopravvivere e ritrovarti inconsapevole. / Non vedi che mi arrendo / Non capisci che lasciandoti andare / Potrai desiderare / Riconquistarti e perderti / Perché non vedi che ti attendo / Ti proteggerò restando lontano / Nel silenzio / Nel silenzio i tuoi vestiti ballano / Poi sorpresi dalla luce cadono / Con una grazia irreale / irreale / Ma io devo ritornare a camminare verso ciò che non so / Anche se ieri ti ho sentito respirare in ogni cosa che ho desiderato / Esco dal tuo corpo con un gesto impercettibile per dimenticare che l'attesa sia incantevole."
Paolo Benvegnù, Nel Silenzio 

sabato 2 novembre 2013

" Benché ancora non avesse la minima idea di che gesto potesse essere scrivere un ritratto, si era fatto una certa idea della sua possibile durata - come di un uomo che cammina nella notte è possibile decifrare la distanza e non l'identità. [...] Così aveva incominciato a misurare - sdraiato per terra, nello studio, in assoluta solitudine - il peso delle ore, e la consistenza dei giorni. Aveva in mente una peregrinazione, [...] si era ripromesso di intuire la velocità con cui si sarebbero dissolti gli imbarazzi e la lentezza con cui sarebbe risalita in superficie una qualche verità. Si rese conto che, analogamente a quanto succede nella vita, solo una certa puntualità poteva rendere compiuto quel gesto - come felici alcuni istanti dei viventi."

Alessandro Baricco, Mr Gwyn, 2011