mercoledì 18 maggio 2011

BISOGNI DELLE 3 DEL MATTINO...

"ADESSO CI VORREBBE UNO DI QUEGLI ABBRACCI CHE TI STRAPPANO VIA DAL MONDO,
TI METTONO UN PO' DI ORDINE DENTRO 
E
QUANDO TORNI ALLA REALTA' NON HAI PIU' PAURA." (cit.)

                                                

lunedì 16 maggio 2011

IN MEZZO ALL'IMPOSSIBILITA'..


"MAYBE THAT'S ALL WE NEED IS TO MEET IN THE MIDDLE OF IMPOSSIBILITIES.
STANDING AT OPPOSITES POLE EQUAL PARTNERS IN A MISTERY"
                                                                                                                 Sconosciuto


E' LA VITA. A VOLTE CREDI CHE DUE OCCHI TI GUARDINO 
E INVECE NON TI VEDONO NEANCHE.
A VOLTE CREDI DI AVER TROVATO QUALCUNO CHE CERCAVI
E INVECE NON HAI TROVATO NESSUNO.
SUCCEDE.E SE NON SUCCEDE, E' UN MIRACOLO.
MA I MIRACOLI NON DURANO MAI.
                                                                                O.Fallaci
                                                                                                                                 


Ogni tanto mi capita di inciampare inaspettatamente 
in occhi talmente espressivi da desiderare di perdermici dentro.
E, di conseguenza, capita di chiedermi 
se veramente gli occhi possono essere lo specchio dell'anima,
se dietro quello sguardo ci può essere una personalità 
altrettanto espressiva e interessante,
se ci può essere un passato degno di attenzione.
Se quella persona è ugualmente limpida come i suoi sguardi.....
o è semplicemente qualcosa d'altro.
Se la sua esistenza è luminosa tanto quanto lo sono i suoi occhi.


A volte capita che dietro a tutto questo ci sia solo una persona che 
in realtà dentro è un pò spenta....
Il mio, il più delle volte, rimane un desiderio inespribile e inespresso.
Il tempo è fuggevole e le convenzioni tiranne,
così come il coraggio di superare quella linea invisibile 
che separa il detto dal non detto.
E,come dice Max Gazzè, rimane semplicemente 
il silenzio in cui potersi perdere.


Rimane l'attimo,il pensiero che sulla tua strada 
è comparso un contatto sfuggente che lascia il tempo che trova,
ma che ha la forza di lasciare magari una piccola impronta del suo passaggio.
E sai che è già passato,ma che va bene che sia andata così.
Non può essere altrimenti,d'altronde.
Ed esiste,in occasioni del genere,quella sorta di mistero 
che rende tutto più interessante,sebbene quel che porta con sè 
è sempre una sensazione insieme intrigante 
e un pò spiacevole di occasione mancata.
Io mi "consolo",se così vogliamo dire,pensando che 
avrei avuto qualcosa in meno 
se quegli occhi non avessero mai incontrato i miei,
che il  solo fatto di averli sfiorati è una gran bella sensazione.


Qualcuno potrebbe tacciarmi di essere troppo retorica 
e di perdere di vista il fatto che sempre di occasione mancata si tratta.
Ma penso che,alla fine,sono veramente rari i momenti in cui 
un certo tipo di fantasia ha un sussulto così tangibile...
e che questi attimi sono belli proprio perchè alla fine 
non succede niente di più e niente di meno 
di quello che doveva succedere.


**HO SCRITTO QUESTO POST PIù DI 4 ANNI FA.
   ERO INCIAMPATA IN UN PAIO D'OCCHI SPETTACOLARI,
   UNA SERA D'ESTATE.
   QUEGLI OCCHI POI NON LI HO RIVISTI PIU'.
   MA IERI NE HO RIVISTI UN PAIO NUOVI, CHE MI HANNO DATO LA
   STESSA IDENTICA, INTENSA E IMPERSCRUTABILE SENSAZIONE....
   PERCIO' HO SEMPLICEMENTE DECISO DI RI-POSTARLO.
   AMMETTO, CHE DOPO TUTTA QUESTA INFINITA' DI TEMPO,
   E NONOSTANTE TUTTE LE COSE IRRISOLTE E STORTE DELLA MIA VITA,
   VORREI CHE QUESTA VOLTA POTESSE ESSERE DIVERSO.
   MA MI CONCEDO DI NON SPERARCI E DI NON PENSARCI.
   FORSE MI PORTERA' UN PO' DI FORTUNA.
   E NON NECESSARIAMENTE CON QUESTI OCCHI IN QUESTIONE....